Software Usura
CALCOLO USURA ORIGINARIA O PATTIZIA
Home Page Scheda Approfondimento
 
Mese Stipula    
Anno Stipula    
Capitale  
Numero Rate    
Tasso Annuo Nominale  %
Rateazione    
Spesa Iniziale    
Spesa Incasso Rata    
Costo Tasso Mora  
Tasso di Mora (Totale)    %
Penale di Estinzione %
Costo per il regime finanziario  
 

Per una scheda approfondita sulla presenza di usura nei mutui, si consiglia di leggere:

Documentazione:
Usura nei Mutui - Originaria e Sopravvenuta

Per la verifica della presenza di usura pattizia (o ab origine, ovvero alla stipula), in un mutuo, è necessario determinare il TEG (Tasso Effettivo Globale) riferito all’anno.

Per il calcolo del TEG vanno considerati tutti gli interessi e oneri promessi o convenuti a qualunque titolo, indipendentemente dal loro (effettivo) pagamento (per i riferimenti di legittimità si vedano le pubblicazioni sull’argomento degli Autori, riportate nella sezione “Pubblicazioni e convegni”)

Riguardo alla modalità di calcolo del TEG vi sono molteplici pareri e differenti interpretazioni. Il nostro gruppo di studio universitario propone un modello “completo”, che risponde correttamente sia alle norme di legge vigenti che ai principi della matematico finanziario.

Per il calcolo del TEG, è necessario considerare tra gli oneri promessi e convenuti in un contratto di mutuo, le seguenti voci:

  • I tassi convenuti: il TAN e il tasso di mora (alla stipula, anche se a posteriori tutte le rate saranno versate nelle scadenze patuite), considerando solo il maggiore tra i due, che in genere è il tasso di mora, con l’accortezza di rispettare per quest’ultimo il “divieto di capitalizzazione”.
  • I costi che gravano sul mutuatario alla stipula: perizia, istruttoria, assicurazione obbligatoria (escluse le tasse ed oneri fiscali).
  • L’onere per l’estinzione anticipata di un mutuo (convenuto, anche se mai utilizzato): ottenuto come valore medio attualizzato alla stipula dei possibili costi di estinzione, in corrispondenza delle scadenze delle rate.
  • L’onere del differenziale tra regimi finanziari: derivante dall’applicazione delle leggi finanziarie della capitalizzazione composta (presenza di interessi su interessi precedentemente maturati, in violazione dell’art.1283 c.c.), in luogo delle leggi finanziarie della capitalizzazione semplice.
  • Le spese periodiche: incasso rata, assicurazione obbligatoria se rateizzata.

Per il modello di calcolo del TEG, si rinvia alla relativa scheda di approfondimento.

Valori da inserire nel software :

Mese ed Anno Stipula - Data di stipula del mutuo, indispensabile per il confronto con il tasso soglia usura vigente.

Capitale - Importo del mutuo erogato (senza spese iniziali).

Numero Rate - Numero di rate di rimborso

TAN - Tasso Annuo Nominale - Valore del tasso annuo nominale con convertibilità (divisibile) che indica la frequenza annuale di pagamenti.

Rateazione - Suddivisione periodale per il pagamento delle rate.

Spesa Iniziale - Somma degli importi che compongono le spese iniziali del mutuo.

Spesa Incasso Rata - Importo addebitato, oltre la rata, per l'incasso della stessa.

Costo Tasso Mora - Onere conseguente alla considerazione del tasso di mora: Selezionare tale voce, se si desidera considerare l’onere dovuto al tasso di mora nel calcolo del TEG (anche se non in mora)

Tasso di Mora (Totale) - Valore (in percentuale) del tasso di mora complessivo. Nel caso in cui il tasso di mora sia nella formula con spread, va inserita la somma di TAN + SPREAD.

Penale di Estinzione - E’ l’aliquota (NON è un TASSO) da applicare al debito residuo vigente all’epoca di estinzione anticipata del mutuo.

Costo per il regime finanziario - Selezionare se si desidera considerare l'onere occulto derivante dall'utilizzo della capitalizzazione composta nella stesura del piano di ammortamento, per il calcolo del TEG.

by AlexA